giornale online dell' Istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione formia - italy | dirigente scolastico prof. erasmo colaruotolo | redazione: Minchella Sara - Rita Fabozzi - Francesca Elpini - Giulia Mancini - Claudia Meola - Alessia Vecchio - Civita di Tucci - Isabella Marrocco - Marino Marina | vignettista: Nardone Naomi

lunedì 25 febbraio 2013

Quanto conta la bellezza? Chiedetelo alle donne

Quanto conta la bellezza?  Chiedetelo alle donne ( e non ai loro uomini ) a cura di Minchella Sara

Questa lettera(un sunto ripreso dal Corriere della Sera) viene scritta da una persona che si definisce “ non bella “ e che ha scoperto che il suo fidanzato,  parlando tramite whatsapp con un suo amico la definisce una bella persona, ma non da far girare gli uomini per strada; l’amico ha risposto però che nelle storie serie la bellezza non è tutto.
Ma la reazione di “ non bella “ a questa scoperta è stata dura, perché non sa se riuscirà a passarci sopra.
Molti sono stati i consigli dati a questa ragazza, primo fra tutti quello di riprendere il rapporto con il fidanzato e di evitare in seguito di guardare ancora il telefonino … Lei ha risposto che avrebbe parlato con lui, ma facendogli capire che se è la bellezza ciò che vuole è libero di cercarla in un altro posto. 

L'alcova di Irpino 2

QoBI2J on Make A Gif, Animated Gifs


Eugenetica e razzismo in U.S.A.


Eugenetica e razzismo in U.S.A. anche prima della Germania  a cura di Sara Minchella

Una lettrice scrive al giornale, perché dice di aver scoperto che negli anni 20 veniva fatta la sterilizzazione forzata in America, per impedire la riproduzione di persone che avevano qualche problema, come l’epilessia. La risposta che viene data alla signora è di conferma a quanto lei ha detto e che ci sono notizie chiare e precise sul caso. Viene chiarito però che si tratta di un uomo di 85 anni che ha chiesto un risarcimento per la sterilizzazione subita, quando era piccolo a causa di  alcune percosse, che gli portarono in seguito crisi apoplettiche. Per  fortuna la sua vita però non fu condizionata da questo, perché intraprese diverse attività militari, partecipando anche alla guerra in Corea e in Vietnam. Nel frattempo in Virginia era stata fatta una legge per la sua sterilizzazione, per evitare che si trasmettesse la sua tabe ( malattie croniche degenerative ). Ma la Virginia, non era il solo stato con questa legge, prima c’era l’ India seguita da altri 32 stati. Per risarcire l’uomo fu stabilito un pagamento di 50 mila dollari, ma ci si è cominciati a chiedere quante altre persone avrebbero fatto la stessa domanda.
In conclusione viene detto alla signora che ha scritto che tutto questo ha portato anche alla nascita di altre leggi per stabilire chi erano veramente le persone bianche e quale era la razza perfetta.
Uniti insieme questi due fattori hanno portato nella Germania Nazista al grande sterminio operato da Hitler.

domenica 24 febbraio 2013

MUSEO DEL SALE

Il Museo del Sale  a cura di Rita Fabozzi


La storia del “Museo del Sale”, affonda le radici nel lontano 1488, anno in cui Federico il Cattolico, Re di Spagna, Ordinò la costruzione del mulino e della salina circostante. Dal 1984, grazie alla collaborazione di Alberto Culcasi con il Comune di Paceco, un paese in provincia di Trapani, dove è situato il museo,  parte del caseggiato sito nella salina, ospita il museo. Per ulteriori informazioni consultate il sito www.trattoriadelsale.com

Umor: i nuovi politici

video

lunedì 18 febbraio 2013

L'ex Prefetto Achille Serra incontra gli studenti a Formia

L'ex Prefetto Achille Serra incontra gli studenti a Formia  a cura della Redazione

L’ex prefetto ha accolto l’invito a parlare con gli studenti di Formia, tra cui le Classi quinte del nostro Istituto,  presentando, nella Sala Ulisse del Centro Commerciale Itaca a Formia, il suo libro " La legalità raccontata ai ragazzi". E' proprio a partire da questo suo lavoro, oggi attualmente è parlamentare dell'UDC,  che è dedicato principalmente alle nuove generazioni, che ha affrontato il tema della legalità e della lotta alla mafia, arrivando a parlare anche di piccoli "atteggiamenti" giovanili di tipo sociale-morale  ed altri tipici della mentalità italiana del "chiedere favori" , evidenziando, in entrambi i casi, la certa iniziale devianza a cui siamo tutti potenzialmente sottoposti e a cui, senza saperlo, alimentiamo il sistema di illegalità.  Ha spiegato quanto  Il libro affronti il tema della legalità con un linguaggio semplice ed una impaginazione da "fumetto", proprio al fine di coinvolgere i ragazzi. Nello stesso tempo però ha incentrato l'analisi della grave tematica con alcuni episodi autobiografici, cercando di approfondire il senso e lanciando un messaggio, più volte ripetuto e che ha inteso trasmettere agli alunni delle scuole di Formia: non insegnare, bensì raccontare la legalità. L' argomento che, come ha ripetuto lo stesso autore, non ha vincoli di età , ha fatto tracciare, al senatore, anche fuori dal libro, una  sintesi e una personale dichiarazione di dissenso riguardo a quanto successo alla Caserma Diaz durante il G8 a Genova del 2001 e la disorganizzazione. L'incontro si è concluso con una serie di domande rivolte dai ragazzi, alle quali l'ex Prefetto ha risposto con grande efficacia e semplicità.

domenica 10 febbraio 2013

Il colpo di fulmine è una questione di simmetria e odori


Il colpo di fulmine è una questione di simmetria e odori  a cura di Minchella Sara

Parlando della vita affettiva, tra cui quella degli animali, è normale porsi delle domande riguardanti  l’amore  tra gli animali. Allora alla domanda,  se anche gli animali sappiano amare, cosa rispondiamo. Sicuramente provano delle emozioni , così come noi, che proveniamo dalla stessa linea evolutiva degli animali, perché consideriamo l’amore, la fedeltà come valori primari? Tutto ciò accade perché l’intelligenza gioca un ruolo molto importante, anche se spesso il fatto di stare insieme è legato a una funzione necessaria.
Quando poi ci si chiede se esiste il colpo di fulmine la risposta è che più che un colpo di fulmine quando due sguardi si attraggono è una questione di simmetria e odore.
Per concludere maschi e femmine sono profondamente diversi  tra loro, ma questa diversità è molto preziosa.

Snapchat: in un click tutto sparisce

Internet Snapchat  la app che  accorcia  vita delle foto sul webSnapchat: in un click tutto sparisce a cura di Sara Minchella


Conta da uno a dieci e l’immagine sparisce. Snapchat è la novità social, che ha avuto tanto successo negli Stati Uniti, specialmente tra i giovani. E’ un programma per Apple e Andorid, che permette di scambiare foto, video che si autodistruggono in 10 secondi. In pochi secondi  si apre, si scatta, si riprende, si scelgono  i contatti e si decide per quanto tempo  i contatti potranno visualizzare il messaggio, da 1 a 10 secondi, poi tutto scompare per sempre. Si vuole dare una nuova dimensione alle comunicazioni che avvengono sempre di più per foto, video. Le conversazioni sono definite magiche in quanto le immagini sono condivise, godute e non conservate e quindi non alimentano pettegolezzi, chiacchere e, in qualche caso, imbarazzo. Per chi si ritrova in questa valutazione della conversazione questo è il tipo di programma più adatto in quanto dopo 10 secondi tutto sparisce. La diffusione è stata enorme perché  a dicembre le foto condivise su snapchat erano più di 50 milioni. Ci sono pareri  contrari e qualche polemica, ma a parte questo bisogna solo capire se questo fenomeno vivrà a lungo o svanirà come le sue foto. 

venerdì 1 febbraio 2013

Il tabu' elettorale dei tagli alla spesa


Il tabu' elettorale dei tagli alla spesa a cura di Fabozzi Rita

Questo è il periodo delle campagne elettorali, momento attesissimo dai vari partiti, nuovi e vecchi, per sfoderare le proprie armi e riuscire a portare dalla propria parte più elettori. C'è chi promette di togliere l'Imu, chi invece promette di compiere miracoli una volta eletto... E mentre i politici italiani si fanno la guerra l'Italia continua sempre ad avere quel debito pubblico di appena 2000 miliardi di euro, che inoltre non sembra voler scendere a nessun costo. Una domanda da porsi ora potrebbe essere questa: come ha fatto il nostro Paese ad accumulare debiti per una cifra tale? Potremmo trovare una valida risposta partendo da un'affermazione del politologo Alessandro Pizzorno: "Ci sono due metodi fondamentali grazie ai quali si può ottenere il consenso. Uno è quello di ottenerlo attuando programmi. L'altro è quello di ottenerlo elargendo favori". Con quest'affermazione non si intendono soltanto le pratiche illegali come il voto di scambio, ma anche qualcosa di più profondo, qualcosa di più radicato nella storia della politica italiana. Dall'inizio degli anni Sessanta si è attuato un sistema di welfare, ossia un sistema sociale che vuole garantire a tutti i cittadini dei servizi sociali ritenuti indispensabili. I frutti di questa politica sono stati l'introduzione delle pensioni baby grazie alle quali molti dipendenti potevano ritirarsi dal lavoro anche a 35 anni e il triplicarsi delle pensioni di invalidità. Questo sistema non ha solo contribuito a far schizzare alle stelle la spesa pubblica e il debito del Paese, ma anche a dare vita a delle radicate ingiustizie sociali, rendendo la parola eguaglianza prima di qualsiasi significato. Oggi è alquanto difficile parlare di tutto questo in primis perché non conviene ma anche perché risulta effettivamente difficile trovare una soluzione: un conto è parlare di spending review e un altro è colpire gli infiniti interessi e posti di lavoro legati alla spesa pubblica. Forse oggi un passo importante, se non illusorio, che il governo e l'opposizione potrebbe compiere sarebbe quello di collaborare e di approvare entrambi delle leggi per garantire davvero a tutti i cittadini servizi utili e indispensabili. Chissà, non sarebbe male se i partiti oggi, tra una promessa elettorale e un dibattito politico alla tv, dicessero qualcosa in materia.

virtual e-journal sfogliabile