giornale online dell' Istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione formia - italy | dirigente scolastico prof. erasmo colaruotolo | redazione: Minchella Sara - Rita Fabozzi - Francesca Elpini - Giulia Mancini - Claudia Meola - Alessia Vecchio - Civita di Tucci - Isabella Marrocco - Marino Marina | vignettista: Nardone Naomi

lunedì 31 dicembre 2012

Ciao cara Professoressa


CIAO CARA PROFESSORESSA  è il saluto che noi tutti della redazione e dell'Istituto rivolgiamo alla grandissima donna e scienziata 

A  Rita Levi Montalcini  con amore e affetto da parte di chi hai sempre amato  …… i giovani e le donne.

Il suo credere nei giovani e nel “capitale umano italiano” non richiedeva mai di fermarsi al risultato acquisito, ma alla continuità  della ricerca. Questo il suo messaggio più importante per noi, continuare a crescere studiando ed apprendendo, sempre.
La ricordiamo citando tre delle sue celebri frasi che ben inquadrano il proprio punto di vista della donna, della posizione nella cultura attuale  e sulla ingegneria genetica:

... sulla donna «Il livello a cui è tenuta la donna è il barometro della civiltà: più alte sono le potenzialità aperte alle donne , più alto sarà il grado di civiltà»
... sulla cultura attuale «Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente»
... sulla ingegneria genetica  «No. A tutt’oggi ha portato soltanto dei vantaggi all’umanità. Invece è immenso il pericolo della manipolazione culturale. Basta pensare ai mass media, all’influsso della televisione sui bambini. Mentre va aumentando in maniera smisurata il pericolo della manipolazione culturale, mi sembra assurdo preoccuparsi della manipolazione genetica»

e dedicandole una noi :
“non la ricordiamo per quel che ha fatto ma per quello che ci lascia” 

giovedì 20 dicembre 2012

Il business dell'export dei rifiuti

Il business dell'export dei rifiuti  a cura si Silvestri Raffaela

Le apparenze ingannano…e come! L’Italia celebrata per l’arte, l’enogastronomia e la bellezza delle sue ricchezze naturali, mostra l’altra faccia della medaglia all'intero globo, ultima per crescita economica, per produttività e occupazione, detiene uno dei primati più sconcertanti e vergognosi, quello dell’export dei rifiuti. 

martedì 11 dicembre 2012

Facile? No, grazie!

Facile? No, grazie!    a cura di Minchella Mara


La parola “facile” è usata spesso in vari contesti, anzi appena ci si trova di fronte a qualche problema subito si ricorre alle frasi tipo “ è' facile guarda su google ” , “cerca su Yahoo“,  è facile trovare ciò che si cerca”. Il lavoro personale è però inesistente, si riduce a un mero esercizio nei vari motori di ricerca. Anche una volta, quando usavamo la biblioteca, si cercavano le “parole”, ma era passo fondamentale successivo, a fronte della lunga interpretazione, fare una sintesi, la più coerente possibile.

lunedì 10 dicembre 2012

L'Economia "Insostenibile"

L'Economia "Insostenibile"  a cura di Rita Fabozzi e Natale Capodiefrro

In questi ultimi mesi in Europa si sta assistendo ad un vero e proprio crollo dell'economia: la disoccupazione sta aumentando sempre di più, specie tra i giovani, le imprese chiudono i battenti ed era dagli anni Settanta che non si compravano così poche auto. Se da un lato troviamo l'economia italiana, greca, spagnola e portoghese sull'orlo di un precipizio, richiamato ormai da tutti, dall'altra rileviamo che chi compra o ha comprato azioni o Titoli di Stato italiani oggi sta festeggiando uno degli anni più prosperi, per gli ovvi interessi che ne ricaverà. 

Notizie economiche

Notizie economiche a cura di Fabozzi Rita


La crisi continua a mordere , oltre la Grecia, il Portogallo, la Spagna, e l’Irlanda, anche l’Italia. ........ E' tangibile ciò, a domanda, da parte dell'italiano, che pur pagando in silenzio la crisi determinata dalla politica, se richiesto esprime, con molta arguzia la sua risposta, evidenziando l'incapacità e l'inoperosità dei nostri politici. Si amplia il divario tra ricchi e poveri, se pensiamo che un super milionario paga 34 € come un semplice correntista da 5000 € sui rispettivi conti. La disparità che sta creando la crisi la stanno pagando i pensionati, gli artigiani, gli impiegati pubblici, quelli sino a € 1500 di stipendio, gli insegnanti, non certo i tassisti né i farmacisti né i dirigenti, né quelli della finanziari e delle banche, né i politici. .......

giovedì 6 dicembre 2012

Tutto a portata di un "CLICK"

Tutto a portata di un click   a cura di Marino Marina

La scrittura è da sempre considerata una delle più importanti scoperte dell’umanità. Molti la definiscono lo “spartiacque” tra preistoria e storia. E’ lungo il cammino della scrittura che ha subito evoluzioni nel corso del tempo; dalla scrittura su tavole di pietra, graffiti, pergamene, carta scritta a mano fino ad arrivare alla carta stampata, libri, fumetti, pagine web ed e-book. 

Ragazzi, attenti ai vestiti "TOSSICI"

Ragazzi, attenti ai vestiti tosssici   a cura della Redazione

E' il caso proprio di dirlo: Attenti ragazzi! Ci sono in giro dei vestiti "TOSSICI".
Lo ha denunciato in un nuovo rapporto Greenpeace. L'appello "Attenti a quei vestiti che contengono sostanze pericolose" viene espresso in  un Comunicato stampa del 20 novembre 2012: Le grandi catene di moda vendono indumenti contaminati da sostanze chimiche pericolose che possono alterare il sistema ormonale dell'uomo o che, se rilasciate nell'ambiente, possono diventare cancerogene. 
Per maggiori informazioni visita la pagina "Tessuti tossici - Test sui capi d'abbigliamento":http://www.greenpeace.org/italy/tessuti-tossici/
Il rapporto "Toxic Threads - The Fashion Big Stitch-Up" è disponibile su:  http://www.greenpeace.org/italy/Global/italy/report/2012/inquinamento/Toxic%20Threads%20report.pdf

mercoledì 5 dicembre 2012

La XVIII BMTA di Paestum vista da una nostra alunna

la Mia BMTA di Paestum a cura di Rita Fabozzi La XVIII BMTA di Paestum vista dall'alunna Fabozzi Rita     |          |          |          |          |     

Il vino in età antica

Il vino in età antica  Slide del Prof. Marco Migliardi Sommelier AIS   
a cura del Prof. Oliva Emilio del Corso di Alimentazione
Anche questo lavoro è stato presentato alla XVIII BTA di Paestum allo Stand dell'Istituto Alberghiero Formia. Partendo dalla Preistoria alla Storia, le slide si soffermano sul vino Egizio, Etrusco, Greco e Romano, oltre la diffusione e lo studio del "vitigno" di varia origine e la sua diffusione. L'analisi della storia, della cultura, dell'approccio mistico-religioso, dell' economica-commercio e dell'agricoltura, ben illustra il percorso del "vino", anche attraverso leggende e mitologie, per giungere alle tecniche, alla lavorazione e ai derivati come l'Idromiele e alle coppe utilizzate. Vi si traccia anche il cammino parallelo che il vino ha "celebrato come elemento "sociale" in coeniae, giochi, simposi, e come elemento religioso-culturale, Dionisio "Bacco", il Poeta Alceo, toccando anche tematiche filosofiche con Platone, Aristotele e Plutarco. Nella letteratura Latina, poi, moltissimi sono gli autori che si interessano al vino, Catone. Varrone, Il Vecchio, Columella,  dalla coltivazione alla preparazione e direttive tecnico-biologiche, mentre poeti come Virgilio, Tibullo, Ovidio, Orazio, Catullo, Marziale e Giovenale ne celebrano le lodi. Vengono quindi analizzati i migliori vini romani tra cui il Falernum del nostro territorio. Un ultima parte è dedicata agli ambienti e agli oggetti del "vino" e una piccola valutazione sull'epoca Cristiana. 


Il vino come filosofia di vita


Il vino come filosofia di vita  Slide del Prof. Gloriana Orlando del Liceo Scientifico G. galilei  
a cura del Prof. Oliva Emilio del Corso di Alimentazione
Insieme alle slide ripercorrenti il vino in età antica è stato presentato nel nostro Stand alla XVIII BTA di Paestum, questo particolare studio sulla filosofia del vino come "vita". Partendo dal Vino Greco come prodotto "artistico" se ne cercano le origini, le specie ed il gusto in base a quelli che erano i concetti dell'Enologia di allora. Anche le tecniche di conservazione, che mutano tecnologicamente col tempo, vengono analizzate al fine della ricerca equilibrata di un gusto "pieno" e differenziato dei vini. Così che il vino in chiave mitologica-religiosa viene visto ed inquadrato negli scorci familiari dei Simposi, dove, insieme ai giochi, era forma di ritrovo spirituale celebrato dal Simposiarca e dei musici e ballerini che accompagnavano questi "Rituali". Così come per le Coeniae anche per il Simposio era prescritta la perfetta pulizia del corpo, nessun romano avrebbe partecipato senza che si fosse accuratamente lavato alle terme e, ciò, come momento magico del passaggio della bevanda dalla divinità agli ospiti. Per cui viene analizzato il vino e la poesia nel culto di Dionisio e il vino nell'Odissea e la poetica di Orazio riguardo alo stesso. Si passa poi ad evidenziare come Etruschi fossero stati tra i primi a interessarsi della produzione del vino e della qualità di vino così come poi  Romani con le specie, la coltivazione, la vendemmia, la durata e le qualità. Ma soprattutto si evidenzia la cultura del vino come elemento religioso-sociale della vita di quel tempo. 



martedì 4 dicembre 2012

2000 anni di alimenti

2000 anni di alimenti  a cura del Prof. Oliva Emilio del Corso di Alimentazione
Le Slide sono state presentate alla XVIII BTA di Paestum ed illustrano il cammino del "cibo" attraverso gli alimenti "base"in 2000 anni di storia, combinando passato, tradizione e moderno, inteso, quest'ultimo, come recupero dell'antico nei piatti attuali. Vi sono documentati la base degli alimenti e la loro preparazione. 

Humor: Parafrasando la Politica

ImcS03 on Make A Gif, Animated Gifs


domenica 2 dicembre 2012

L'Iter Brundisinum visto da Earth

L'Iter Brundisinum visto da Earth  a cura di Editoriale

La vista dall'alto, con le nuove ed attuali tecnologie, permettere di avere una visone più completa dei tracciati viari romani, che non dipendevano da punti di "interesse", quali potremmo chiamarli oggi, bensì militari. Così che le città che vengono toccate e, che addirittura da essi si originano, sono nella logica "militare" della penetrazione e protezione del territorio, dai popoli autoctoni e non presenti in quella fascia peninsulare dell'Italia, come luoghi di "presenza militare", di potere acquisito.  Vi sono quindi presentate l'Appia (312-190 a.C.- da Roma a Brindisi per l'interno dalla parte tirrenica) nella sua soluzione completa e nella parte del percorso oraziano, la Minucia (221 a.C. - Da Roma a Egnazia passando per l'interno dalla parte adriatica), che poi verrà assorbita dalla Traiana (108-110 d.C. - da Benevento a Brindisi)  e, nello specifico il percorso Oraziano, anche con il tratto sconosciuto dell'Oppidum. 


L'Iter Brundisinum attraverso le stampe e il cibo

L'Iter Brundisinum attraverso le stampe e il cibo  a cura di Editoriale

L'affascinante viaggio oraziano offre lo spunto nella tavola n. 2,  sul supporto bellissimo dell'Italia  tardorinascimentale di Iacopo Castaldi,  di visitare con più puntale attenzione le 15 tappe (e forse più) attraverso la geografia della nostra terra di allora e contestualmente di apprezzare, attraverso le stampe del registro superiore, i luoghi di "allora", alcuni integri, altri ridotti a ruderi, altri rigenerati, tutte comunque affascinanti, dell'Appia e della Minucia. Sebbene siano queste due strade, "strade militari", non perdono il valore comunicativo ed evocativo dei luoghi che attraversano, anzi, l'integrazione forzata della pietra e delle costruzioni romane, si inserisce perfettamente nell'ambiente paesaggistico, dandogli quel "ritmo" e quella "modularità" che sono tipici della poesia, ricordata con le parole di Orazio. Nel registro inferiore sono presentati i quattro pasti principali dei romani e i luoghi dove venivano prevalentemente consumati insieme, prevalentemente, ai vini. Così che durante il viaggio si incontrino hospitio, tabernae, mansiones, copulae, domus e ville suburbane che ritmano il viaggio oraziano.


Il nostro Iter Brundisinum alla BTA di Paestum

Un Iter Brundisinum particolare mostrato alla BTA di Paestum   a cura  Editoriale  

Alla XVIII Borsa del Turismo Archeologico di Paestum una delle tre tavole presentate, progettate nel Corso di Storia dell'Arte, è quella del percorso oraziano poggiato sulla Tabula Peutingeriana. Quest'ultima, infatti, oltre ad essere tra le prime cartine stradali (si pensa che sia del IV sec. a.C.), e collocandosi per prima nel più grande insieme degli itinerari del genere odeporico, mostra le strade effettivamente esistenti, i luoghi di sosta, di posta, le grandi mansiones, le tabernae e le grandi città, all'epoca romana. Nella tavola sono mostrate sulla Tabula il percorso della comitiva oraziana verso Brindisi, tra la Via Appia, allora esistente da Roma a Benevento, e la Via Minucia, che verrà inglobata successivamente dalla Via Traiana,  percorsa da Benevento a Brindisi. Nella parte inferiore, sono, invece raccontate, con rilievi romani e i testi, in italiano, più pregnanti, le varie tappe del viaggio che, ricordiamo, è politico. 

mercoledì 28 novembre 2012

La Banca dei Semi è in Pericolo!

     La Banca dei Semi è in Pericolo!               a cura della redazione

La Banca dei Semi di Bari che protegge più di 84000 varietà di semi rischia, anacronisticamente, di essere eliminata,  poichè quelle stesse specie sono ormai lasciate al loro destino, non interessando minimamente nessun reparto, ministero, ente   che abbia a cuore il lavoro svolto da questa associazione.  Anche in relazione alla salvaguardia dell'ambiente e dell'uomo che questa banca si è rilevata un utile riferimento. E', infatti, la prima Banca dei Semi in Italia e la seconda in Europa. In essa, in quarant'anni di lavoro di ricerca, si conservano 84.000 campioni di germplasma appartenenti a più di 60 generi e più di 600 specie di piante coltivate.  Molto probabilmente, grandi compagnie e alcune multinazionali, insieme al consenso "muto" politico attuale e dei relativi ministeri dell'agricoltura, in Italia, Europa e nel Mondo, per far posto agli O.G.M.(Organismi Geneticamente Modificati)   stanno portando un attacco serrato  ai semi naturali e, a quelli di cui si conserano ancora tutt'ora le tracce(Le Banche dei Semi).  Distruggendo questo Patrimonio che è, visto l'attuale povertà culturale in cui versiamo, anche in termini di informazione, verso l'ambiente naturale-ambientale, da considerarsi, invece,  dell' "Umanità" e, come tale va preservato e consolidato e rafforzato con interventi politici e finanziari.

Agli occhi del nostro istituto, che si occupa di alimentazione e cucina, sempre sensibile ai problemi ambientali e legato fortemente ai prodotti autoctoni e tradizionalmente all'habitat  entro cui si sviluppano, alla storia degli stessi e alla loro coltura e utilizzo, l'eliminazione della Banca  sembra incomprensibile elemento destabilizzante della cultura, che è  la nostra, e, che nella ricerca dei prodotti originari e tipici del territorio, ha proposto, propone e porporrà sempre la conservazione di qualsiasi campione o specie che sia stato o lo è nutrimento/alimentazione o che possa con le sue qualità essere in equlibrio con il sistema "natura", come "essere vivente" presente sul pianeta terra.
La nostra memoria mai dimenticherà le nostre origini e ciò che ci ha consentito di vivere e progredire. 

Invitiamo tutti a  diffondere le informazioni e se lo si ritenesse opportuno (noi della redazione ne siamo certi), di  firmare la petizione ai link sottolelencati.
Salviamo la banca dei semi di Bari 84.000 varietà autoctone a rischio
http://www.aamterranuova.it/Agricoltura-bio/Semi-84-000-varieta-lasciate-morire-a-Bari
http://www.avaaz.org/en/petition/SALVARE_LA_BANCA_DEI_SEMI_DIBARI/

sabato 10 novembre 2012

MUSEI DEL CIBO

                                                       Museo della Grappa                           a cura di  Fabozzi Rita
Poli Museo della GrappaIl “Poli Museo della Grappa” a Bassano del Grappa è composto da cinque sale: nella prima è possibile ripercorrere l’evoluzione delle tecniche di distillazione, nella seconda sono esposti testi antiche che mostrano le origini storiche del prodotto, nella terza sala viene mostrato un video sulla produzione della grappa, mentre nella quarta è esposta la più ampia collezione di grappe mignon d’Italia composta da 2400 pezzi. Infine, nell’ultima sala si possono degustare i prodotti delle distillerie Poli. Per maggiori informazioni visitate il sito  http://www.grappa.com/ita/museo-della-grappa.php

sabato 27 ottobre 2012

Tutti in Italia sprechiamo tutto

Tutti in Italia sprechiamo tutto                            a cura della redazione

Direbbe qualcuno ... ormai siamo alla frutta! E' notizia di ieri che nemmeno le marachelle di Fior&Frut Company... riescono a fermare la politica, la quale, in dispregio della situazione finanziaria italiana e degli italiani, può permettersi ancora di speculare e non approvare i decantati tagli agli stipendi. Ricordiamoci anche che i consiglieri regionali sono in buona compagnia, già prima i Senatori, con una secca negazione plebiscitaria dell'aula, e poi i Deputati, con una banale sottrazione di pochi euro, e poi la Cassazione con gli stipendi dei Super manager che determina immodificabili. Ciò contribuisce a rimarcare ancor di più  la situazione di forte "pregiudizio" di fronte agli impiegati pubblici e non, i pensionati, gli artigiani etc., che hanno fortemente limitati i propri stipendi ed introiti, grazie ai tagli votati dai politici. Facendo così constatare, se ce ne fosse ancora bisogno, della bi-tri-univocità con cui viene trattato il cittadino italiano.
Diremmo noi .... siamo al dessert! Se si considerano anche gli sprechi, tutti gli sprechi e gli sciali che quasi tutti noi italiani effettuiamo, in qualsiasi campo...elusione-frode fiscale, lavoro nero, abusi edilizi e finanziari-assicurativi, sperpero del denaro pubblico, mancato sfruttamento dei fondi europei, dovremmo fare un serio "mea culpa" e, per dirla con le parole di un noto professore universitario, ..." perchè non è vero che da un lato c'è la Casta, dall'altro la società dei Casti ", siamo anche noi parte del sistema sprecone e imprenditoriale del sistema elusivo in atto. 
Proveremo con il prossimo articolo a descrivere brevemente di cosa si tratta, quando "si dice"  ...tutti sprechiamo tutto....., ma la nostra condizione è esattamente quella contraria all'innocenza, a meno che qualcuno possa dire il contrario e "immolarsi"  a "Dio senza macchia".  

mercoledì 24 ottobre 2012

Quando riconosceremo a ciascun uomo uguali diritti ( e non solo doveri) ?

Quando riconosceremo a ciascun uomo uguali diritti ( e non solo doveri) ?
                                                                                                                         a cura di Minchella Mara
Il Governo ha emanato un' altra sanatoria per gli extra comunitari, anche se si tratta della possibilità data ai datori di lavoro di regolarizzare i dipendenti stranieri. Molto sono state le persone interessate, purtroppo dobbiamo, però,  registrare che le leggi approvate sono state redatte per risolvere “l'immigrazione”,  considerata  più che altro come un problema e non un momento di crescita e di sviluppo.

lunedì 22 ottobre 2012

MUSEI DEL CIBO

                              MUSEI DEL CIBO a Parma                       a Cura di Rita Fabozzi

I “Musei del Cibo”, nella provincia di Parma, sono quattro: il Museo del Parmigiano Reggiano a Soragna, del Prosciutto a Langhirano, del Salame a Felino e del Pomodoro a Collecchio. Si tratta di un percorso nella tradizione del territorio parmense il cui scopo è quello di conservare e promuovere le specialità enogastronomiche che sono ormai divenute patrimonio nazionale. Per ulteriori informazioni potete consultare il sito www.museidelcibo.it .

L'effetto stabile-instabile dell'Italia - parte 2

Discorso inaugurale Prof. Solis - XXVIII Giornata Mondiale Alimentazione

Testo Prof. Solis M.Sistina        intervista di Fabozzi Rita

....Il viaggio che percorreremo insieme inizia da un viaggio che ho fatto leggendo il libro di Adams  “Guida galattica per autostoppisti” che racconta della storia di un trascurabilissimo pianeta azzurro- verde, il pianeta per gli autostoppisti, che orbita alla distanza di 149 milioni di chilometri intorno ad un piccolo e insignificante sole giallo. .........

sabato 20 ottobre 2012

Nel nostro istituto la XXVIII Giornata Mondiale dell'Alimentazione

XXVIII Giornata Mondiale dell'Alimentazione                            a cura della Redazione

Nel nostro Istituto martedì 16 Ottobre si è tenuta la XXVIII Giornata Mondiale dell'Alimentazione con il titolo "Alimentiamoci senza sprechi" nella Sala Convegni "Silvestro Lucciola" a partire dalle ore 09.00. Quest'anno la giornata ha previsto due sessioni, una dedicata al tema "Occhio agli Sprechi!" e la seconda a quello " Occhio agli acquisti!". Nella prima sessione si è parlato della tematiche più prettamante relative all' "ecosostenibilità del cibo", prevenire "eccessi e sprechi" e la relazione tra "alimentazione-ambiente-salute",  problematiche che avevamo già accennato, in un nostro articolo l'anno scolastico  precedente, mostrando la piramide inversa di cui si discuteva al Convegno della BarillaCFN. L'altra sessione è stata invece dedicata ai "Consumi alimentari in Italia", la "lettura dell'etichetta" e molto importante e, in tema economico attuale, la " Spending review dell'eco-spesa", argomento quest'ultimo da non trascurare considerate le quantità di CO2 indotte nell'atmosfera sia dalla produzione che dallo smaltimento dei rifiuti.  

domenica 14 ottobre 2012

L’arbitrio della libertà di stampa parte 1

 L’arbitrio della libertà di stampa  parte 1       a cura di  Francesca Elpini

Ai giorni d’oggi la stampa non è più considerata solo un mezzo di comunicazione, ma spesso viene utilizzata per diffondere notizie a volte anche inutili.
Basta pensare alle numerose pagine di gossip che occupano i nostri giornali.. ...gli scrittori si fanno prendere dalla mania di scrivere e di “fare notizia” a tal punto da correre il rischio di infangare un professionista serio, oppure un padre di famiglia, una persona per bene o chiunque altro abbia avuto la “sfortuna” di diventare famoso.
Proprio per questo il mestiere del giornalista viene considerato pericoloso, in quanto il direttore di stampa è responsabile di tutto ciò che viene pubblicato.
E’ però difficile trovare il giusto bilanciamento tra libertà di stampa e rispetto della privacy, e la nostra legislazione di certo non aiuta i giornalisti, proprio perché offre un quadro confuso e contraddittorio.
Per questo alcuni avvocati hanno scritto un libro, Le regole dei giornalisti, che in modo brillante dà testimonianza dei guai giudiziari che continuamente incombono sui professionisti dell’informazione.

Ritorna la rubrica delle notizie economiche

DOPO LA BREVE PAUSA ESTIVA RITORNA LA RUBRICA DELLE NOTIZIE ECONOMICHE PER TENERVI AGGIORNATI SU COSA ACCADE NEL MONDO, SOPRATTUTTO IN ITALIA, SUL PIANO ECONOMICO.

LA CRISI CONTINUA……                                                                                       a cura di Rita Fabozzi
La crisi continua purtroppo e i paesi più colpiti, oltre l’Italia, restano sempre la Spagna, la Grecia, il Portogallo e l’Irlanda. In Grecia la situazione è drammatica e secondo il ministro dell’economia greco, Saramas,  lo Stato potrà pagare pensioni e stipendi solo fino a novembre.


martedì 9 ottobre 2012

Mass Media e Social Network

Mass Media e Social Network                                                                                  a cura di Marino Marina
Oggi giorno è sempre più intenso il rapporto della popolazione con i social network, ma in particolare con i giovani. Sono proprio quest’ultimi ad avere avuto un impatto più forte con questi nuovi mezzi di comunicazione.  E’ proprio grazie a  queste nuove piattaforme sociali online, che milioni di persone riescono a tenersi  in contatto pur stando in parti opposte dell’emisfero,  mantenere o creare rapporti interpersonali o anche a mandare avanti progetti di lavoro, convegni , conferenze e così via. 

mercoledì 3 ottobre 2012

MUSEO DEL PEPERONCINO

Il Museo del Peperoncino      a cura di Rita Fabozzi

Il "Museo del peperoncino", unico al mondo, situato nell'antico palazzo ducale di Maierà nella cittadina di Diamante nella splendida Calabria, è stato ideato e realizzato dall'Accademia Italiana del Peperoncino. Racconta seimila anni di storia della spezia piccante che è diventata simbolo gastronomico e culturale di tutta la Calabria. Il museo offre al visitatore un percorso articolato in quattro sezioni: "Le vie del peperoncino", "La pianta, profumi e sapori". "Arte e comunicazione" e "La fantasia di ogni giorno". Per ulteriori informazioni potete consultare il sito www.peperoncino.org

Un pò di ironia sulla cronaca politica italiana

Le Vie di Gaeta 2012

Le vie di Gaeta   a cura di Minchella Sara
Il 29 e 30 settembre si è svolta a Gaeta la manifestazione culturale “Le vie di Gaeta”, organizzata dall’associazione Gaetatavola. E’ stato un wee-kend ricco di buon cibo, culture, relax e socializzazione. Il  29 settembre tante massaie e tanti volontari dell’ associazione hanno accolto, in via Indipendenza i visitatori con cibi della tradizione che rappresentavano anche secoli di storia. Il 30 settembre invece alle 10:30 si è tenuto un convegno presso il club nautico di Gaeta con tema “L’alimentazione prossima ventura”.  Inoltre durante il convengo è stato consegnato il Premio Gaetatavola a Carlo Petrini. Si è rilevata anche quest'anno una manifestazione molto interessante volta alla conoscenza dei prodotti locali dando anche  l’opportunità alle persone di trascorre una giornata diversa in piena tranquillità.

venerdì 28 settembre 2012

Piccolo resoconto delle Notti di Cicerone 2012

a cura di Rita Fabozzi

Dal 14 al 16 settembre 2012 si è tenuta a Formia la manifestazione "Le notti di Cicerone", occasione in cui si sono potute riscoprire le tracce della civiltà romana presenti a Formia, a Gianola, a Minturno e a Gaeta. La sottoscritta, insieme ad alcune compagne di classe, frequentanti il corso turistico, T.S.T., siamo state chiamate ad accogliere i turisti a Gianola dove si trovano i ruderi della villa di Mamurra. Appena arrivate abbiamo accolto i turisti e dato loro le informazioni necessarie dopodichè con il prof. Natale Capodiferro, dato che era ancora presto e non erano ancora arrivati tanti visitatori, siamo andati alla scoperta della villa di Mamurra. Aver visto di persona tutte le parti della villa che il prof. ci aveva spiegato, dal balneum fino al tempio di Giano(Museum) è stato come fare un tuffo nel passato, catapultate improvvisamente ai tempi di Mamurra. A condire il tutto poi ci ha pensato l'ilarità di alcune nostre amiche e un bel dolore alle gambe dovuto alla scarpinata.
Comunque grande emozione ci ha procurato la vista della grande e piccola cisterna e soprattutto le scale di comunicazione con il balneum e la parte a mare, chiamate le cosiddette Grotte della Janara. In particolare di quest'ultima, rimasta quasi indenne dal tempo, è stato posiibile osservare i gardini scolpiti nella roccia affiorante, le murature e le parti di affresco sulle volte a botte. Della piccola cisterna, cosiddetta delle trentasei colonne, molto ha colpito della funzionalità, tipica tralaltro dell'ingegneria romana, e della utilità dello sfruttamento domestico e a fini ludici delle acque piovane e delle piccole sorgenti esistenti in loco.  Non proprio riconoscibile, poichè ricoperto dalla folta vegetazione della macchia mediterranea, il Museum o Nimphaeum, di cui solo le grandiose murature in opus coementitium, molte delle quali instabili o rivoltate, è stato possibile visionare, ma che conserva ancora tutto il suo fascino in quelle otto nicchie voltate radiali.
Ad alcuni visitatori è stato possibile dare anche qualche veloce informazione sul sito o sui ruderi.    
Spero tanto  che l'anno prossimo rifaremo questa esperienza, magari impiegate nel ruolo di apprendiste Cicerone, poichè eravamo preparate e pronte, così come abbiamo potuto dimostrare ad alcuni visitatori isolati dalle guide.

giovedì 20 settembre 2012




BUON ANNO SCOLASTICO 2012-13
A TUTTI I COMPONENTI
DELL'IPSSAR FORMIA
 da parte della redazione 

sabato 7 aprile 2012

Buona Pasqua

La redazione augura buona Pasqua e felici feste a tutte le componenti dell'Istituto.
Serene feste pasquali al DiS e a tutti i  professori. Buon divertimento e meritato riposo agli alunni ed anche a noi che durante le feste "giornaliamo" per voi.

lunedì 26 marzo 2012

La Lingua Italiana

Piccole riflessioni sulla Lingua Italiana  a cura di Francesca Elpini

L'italiano non è una lingua lessicalmente ricca. Ma compensa la sua relativa povertà di parole con una straordinaria ricchezza di costruzioni e movenze sintattiche, che possono rimpiazzare ottimamente sostantivi, verbi e aggettivi per garantire al discorso sfumature di significato e di espressione. Ha i suoi punti deboli, ma se usato bene, l'italiano può diventare espressivo, sensuale, limpido, semplice ed essenziale come nessun'altra lingua. Ed è usato bene quando è lineare, perché questo è il suo demone, il suo genio. Infatti è una lingua fredda, dura, lucida, consequenziale. Ma va ricordato che, per quanto vitale, nessuna lingua può resistere a lungo al disinteresse di chi la parla e la scrive. Molti scrittori hanno preferito cercare espressività nei dialetti. Nessuno, o quasi, ha difeso l'italiano, distinguendolo dai dialetti; anche se, in questi anni, un certo numero di autori ha usato una lingua bella e chiara, fornendo esempi diversissimi e magari opposti delle grandi possibilità e della straordinaria versatilità di quel demone che ci fa parlare e scrivere.

Tavol al Parlamento di Tavoletta Emmanuele

create an animated gif

giovedì 22 marzo 2012

i "Come spiegare" parte 2^

I "Come Spiegare" parte 2^  a cura della redazione e natale capodiferro

Con un pò di chiaroveggenza questa redazione mette in luce tutti i punti salienti della diatriba politica nostrana con  i  “Come spiegare” . Che ci sia un "volere" recuperare la crisi attraverso misure riformistiche siamo pienemente d'accordo, ma è lecito chiedersi su chi veramente gravano le nuove disposizioni, anche in materia di assunzioni e licenziamenti, in vista di quello che è stato chiamato il progetto a cui tali misure fanno riferimento, "lo sviluppo".
 

mercoledì 14 marzo 2012

i "Come spiegare" parte 1^

I "Come Spiegare" parte 1^  a cura della redazione e natale capodiferro

Un po’ di ironia e causticità  sulle “parole-concetti” che sentiamo risuonare in tv o leggiamo ogni giorno con  i  “Come spiegare” .
Che non ci sia nemmeno il pudore di ammetterlo,  ma quello che si sta facendo e dicendo in Italia, ci sembra a dir poco pazzesco e sfiora l’assurdo e incontrollabile senso dell’intelligenza e della coerenza.

lunedì 12 marzo 2012

I Giorni della Crisi parte 7

I giorni della crisi.. anche con il nuovo governo   a cura di Rita Fabozzi e Natale Capodiferro
È l'ora di Atene. La Grecia sta passando forse il momento più brutto del dopoguerra. Se non le verranno in aiuto (Europa) sarà DEFAULT vero e le conseguenze saranno evidenti in tutto il panorama eurpoeo, a cominciare dall'Italia.  Dove si avverte (quasi funereamente) il tintinnio delle campane nel loro lugubre suono. Però qualche barlume di speranza si avverte: “Segni stabilità, ma i rischi restano. Lavoro sia meno rigido e più flessibile”, “Recessione 2012 meno nera del 2009”, lo Spead cala anche sotto i 300 punti. Ma incalzano altre preoccupazioni che riguardano...... 

virtual e-journal sfogliabile